Un Matrimonio da Supereroi!

UN MATRIMONIO DA SUPEREROI!

Il successo di Avengers End Game mi ha fatto pensare un po…

Un Matrimonio da Supereroi? Perché no. Visto il grande successo dell’ultimo film degli Avengers, ho pensato che fosse interessante cercare qualche foto di ispirazione su Pinterest per cercare di capire come inserire degli elementi “eroici” in un matrimonio. Se da una parte è importante dare libero sfogo alla fantasia e alla creatività, realizzando allestimenti e progettando angoli con super poteri, dall’altro non bisogna lasciarsi prendere la mano e finire nell’eccesso. Faccio una premessa, per i più appassionati. Sono a conoscenza della competizione tra eroi Marvel e eroi DC, ma le lasceremo da parte in questo articolo, facendo convivere amorevolmente, come si conviene in ogni matrimonio che si rispetti!

 

SE LO SPOSO SI SENTE UN PO’ TONY STARK UN PO’ CAPTAIN AMERICA

Iniziamo subito con lo sposo! La maggior parte dei supereroi Marvel sono uomini. Questo può essere un punto a vostro favore: potrete condividere con i vostri testimoni e amici più intimi questa passione. Partendo dai gemelli e dei calzini, che solitamente vengono scelti in base alla personalità dell’amico in questione, possiamo arrivare anche alle boutonniere personalizzate con la miniatura dell’eroe in bella vista. Ci si può sbizzarrire anche con i papillon ed altri piccoli accessori, anche se secondo me la vera chicca è la fodera della giacca realizzata in raso stampato a tema. Ad ognuno quindi il suo eroe: che sia Thor, Hulk o Batman, non importa!

 

 

PER UNA SPOSA DAL CARATTERE COMBATTIVO!

E per lei? Anche qui un ruolo fondamentale lo assumano le amiche della sposa, che siano testimoni o damigelle. Nessuno vieta loro di trasformarsi in super eroine. Che poi si sa, le donne hanno già di loro una marcia in più! Se non si vuole esagerare con martelli, scudi e mantelli, si può giocare d’astuzia personalizzando il bouquet con fiori di carta presa dai giornaletti oppure scegliendo accessori che rimandino a WonderWoman o a Captain Marvel, come bracciali o cinture.

 

 

DETTAGLI INSOLITAMENTI EROICI

Un Matrimonio da Supereroi in tutte le fasi della festa. Durante la cerimonia e la festa poi, non potranno mancare riferimenti a vari fumetti o ai film. Dai centrotavola al photobooth, tutto parlerà dell’eterna lotta tra i buoni e i cattivi. I colori predominanti saranno i colori primari, rosso, blu e giallo, accompagnati da un verde che spacca e un nero pipistrello. Queste sono solo alcune idee per il guestbook o per le partecipazioni. Come sempre Pinterest è una fonte inesauribile di idee e spunti, da poter modellare e ripensare sulla base dei vostri gusti e delle vostre esigenze.

 

 

E COME SEMPRE, DIVERTIRSI!

Una menzione a parte voglio farla per le foto del matrimonio. Qui in Italia siamo ancora abituati a richiedere le classiche foto di famiglia, sia fuori dalla chiesa che durante i festeggiamenti. Sono sicuramente molto belle e bisogna aggiungere che negli ultimi anni il reportage sta prendendo sempre più piede. Il mio invito però è quello di uscire da questi schemi e di pensare al giorno del matrimonio come una festa da ricordare certamente, ma in cui bisogna anche divertirsi seguendo le proprie passioni. Essere immortalati come due modelli è sicuramente gradevole da vedere, ma realizzare foto particolari e originali è sicuramente più dive

Vi è piaciuto questo articolo? Qui trovate invece suggerimenti per una Wedding Bag da urlo!

Qui trovate invece il Trailer di Avengers End Game, senza spoiler ovviamente!

 

Tutte le immagini di questo articolo e della Copertina sono prese da Pinterest!

I primi passi del Matrimonio: dove e quando si comincia.

I PRIMI PASSI VERSO IL MATRIMONIO: DOVE E QUANDO

La proposta è stata fatta e accettata! E ora?

Questa è stata la prima domanda che ci siamo fatti!

 

L’IDENTIFICAZIONE DEL BUDGET

Per prima cosa abbiamo buttato giù un ipotetico budget da rispettare. Non è stato facile associare ad ogni voce una spesa, ma questo lavoro ci è tornato utile più tardi. Una volta determinate le grandi spese (location, vestiti, fotografo, allestimento floreale e musica per la cerimonia e per la festa), sono rimaste quelle piccole che a volte però sono le più insidiose. Si rischia infatti di aggiungere tanti piccoli servizi che singolarmente non costano molto, ma sommati raggiungono facilmente una bella somma. Avere quindi delle linee guida da seguire, è importante per non perdere il filo e procedere seguendo il progetto che ci si era prefissati all’inizio. Noi non abbiamo fatto scelte stravaganti e ci siamo mantenuti sul classico. Il file excel sul quale ho lavorato era abbastanza leggero. Alle spese già indicate sopra, abbiamo aggiunto tutta la parte della wedding stationery (partecipazioni, libretti messa e cestino del riso, menù, tableau, guest book e un paio di progetti dei quali vi parlerò più avanti), le bomboniere per gli invitati e i sacchetti per i confetti da regalare agli amici dei nostri genitori, ai parenti più lontani e a tutti i fornitori, la confettata, trucco e capelli per me e il viaggio. Queste le spese in linea generale che hanno portato alla formulazione vera e proprio del nostro budget planning.

 

LA SCELTA DELLA DATA

Siamo passati poi a ragionare sul quando! Abbiamo pensato che il periodo dell’anno durante il quale Roma, secondo noi, da il meglio di sé è il mese di ottobre! Calendario alla mano, abbiamo notato che il giorno in cui ci eravamo messi insieme 7 anni prima coincideva con una domenica di ottobre. Quindi la scelta era abbastanza obbligata! Avendo parenti sparsi un pò in tutta Italia, abbiamo deciso di festeggiare a pranzo, in modo da dare a tutti la possibilità di sfruttare il week end per il viaggio.

 

LA NOSTRA CHIESA

Noi, la nostra chiesa, l’avevamo scelta già qualche anno prima. Ne volevamo una bella, questo si, e a Roma è facile essere accontentati da questo punto di vista, ma non ci piaceva l’idea di sposarci nello stesso posto di mille altre coppie, di scegliere il nostro posto in base alla moda o solo all’estetica. Faccio una piccola premessa. Io sono nata e vissuta a Roma, mi sento profondamente romana e amo la mia città, con tutti i suoi pregi e i suoi difetti. Detto ciò qualche anno prima della grande decisione, ho scoperto che i miei nonni materni, nati e cresciuti a San Lorenzo, quartiere popolare di Roma, si erano sposati nella Basilica di San Lorenzo fuori le Mura, una delle sette Basiliche di Roma. Nel momento stesso in cui abbiamo messo piede in chiesa, la scelta era fatta. Oltre ad essere bella, con un pavimento cosmatesco che sembra un tappeto di pietra, per noi aveva una forte valenza simbolica. Inoltre era anche in uno dei quartieri che io più amo di Roma, dove ho trascorso anni interi tra università, cinema e associazioni culturali. Ultimo punto a suo favore, che non molti considerano, davanti ha un parcheggio enorme e per questo i nostri invitati ci hanno ringraziato!

IN GIRO PER LOCATION

Abbiamo stilato poi una serie di location che rispettavano il nostro budget e in cui ci saremmo sentiti felici di festeggiare, a nostro agio. E siamo partiti alla scoperta! Alcune location io già le conoscevo, ma volevo comunque farle vedere a Fabrizio, altre invece erano più piccole e riservate e anche per me sono state una scoperta! Sin da subito sapevamo che volevamo un posto informale, semplice, con una buona proposta per il menù. Era anche importante per noi offrire la possibilità ai nostri invitati di poter ballare e cantare, ma anche di poter chiacchierare in totale libertà, senza seguire uno schema prefissato. Abbiamo visti posti bellissimi, immersi nel verde, gestiti da persone attente e scrupolose. Altre location invece erano terribili, poco organizzate già dal primo appuntamento e i cui gestori ci hanno garantito che ogni nostro desiderio sarebbe diventato realtà, cosa alquanto improbabile. Ad essere onesti, volendo rispettare il budget e tenendo conto della distanza dalla Chiesa, considerando che non volevamo un catering, ma un posto con cucina interna, la nostra rosa di scelte non era poi molto ampia. Alla fine quasi per caso siamo capitati in questo agriturismo dallo stile rustico ma non pesante, con un bel giardino e una piccola piscina, tra Lanuvio e Genzano. C’era quindi la possibilità di mangiare sia all’aperto che al chiuso, la cucina era interna e il prezzo rispettava il nostro budget. Abbiamo dovuto fare dei compromessi su alcuni aspetti, ma alla fine siamo rimasti soddisfatti della nostra scelta.

Questo è stato più o meno l’inizio del nostro percorso. Abbiamo fissato dei punti fermi e da li siamo partiti con la parte organizzativa e creativa del matrimonio!

Leggi anche gli altri articoli della nostra rubrica Be a Bride 

Milano Bridal Week, Sì Sposa Italia Collezioni 2019.

Sì SPOSAITALIA COLLEZIONI 2019: LE SFILATE DELLA MILANO BRIDAL WEEK

Ecco la Milano Bridal Week Si Sposa Italia Collezioni 2019

Per quattro giorni Milano, capitale della Moda e dello Stile si è vestita di bianco, ospitando la Bridal Week di Sì Sposaitalia Collezioni nei pressi di Fiera Milano City la fiera a due passi dal centro!

I più grandi brand del settore, nazionali ed internazionali, si sono ritrovati con le loro novità, proposte e idee in un contesto esclusivo divenuto centro del Wedding World. Tra gli stand di stilisti e operatori del settore un clima di grande energia e vitalità declinate al massimo nelle emozionanti delle loro Sfilate.

Ecco qui qualche piccolo appunto di viaggio…

Elisabetta Polignano, di generazione in generazione!

Ad aprire le sfilate della Milano Bridal Week, per Sì Sposaitalia Collezioni, è stata Elisabetta Polignano, che anche quest’anno ha stupito tutti. Entrambe le due collezioni presentate, EP Elisabetta Polignano e Elisabetta Polignano Vision, se da un lato hanno un forte accento anticonformista, dall’altro non dimenticano mai il romanticismo che caratterizza quasi tutte le future spose. Ed è proprio dalla figura femminile contemporanea, dalla donna forte e grintosa di oggi, che trae ispirazione la stilista. I primi abiti sono caratterizzati da organze impalpabili affiancati a tessuti più strutturati come il mikado; i secondi si mantengono più classica, arricchendo la seta bianca con tulle e pizzo. I colori sono nei toni pastelli, fino a virare alle tonalità dell’oro e dell’avorio. In passerella sfilano abiti con taglio principessa e dalla forma più classica a-line, modelli con lunghi strascichi a cui fa da controparte un taglio corto a mostrare le gambe nella parte anteriore, completi con pantaloni a vita alta accostati a camicie dalle maniche a sbuffo o top in pizzo; le scollature sono asimmetriche, i colli alti e le maniche completamente staccate dall’abito divenendo accessori per spalle e braccia.

 

Blumarine, sposa forte e delicata allo stesso tempo.

Alla Milano Bridal Week Si Sposa Italia Collezioni 2019 la sposa 2020 ecco Blumarine. La collezione pensata da Anna Molinari è l’incarnazione di una donna forte e delicata al contempo. Gli abiti sono una perfetta rappresentazione di questa duplice natura della donna contemporanea. Infatti i tessuti più classici sono arricchiti da dettagli peculiari e ricercati, i corsetti con le stecche accompagnano gonne che si aprono in strati di morbido tulle, i tagli più moderni e le profonde scollature a V sono accompagnati da sottili boa di piume, portati come coprispalle e sciarpe, i vestiti corti, giovani e dinamici, sono ammorbiditi da sopragonne in tulle. I colori spaziano dal bianco all’avorio, passando per il rosa pastello.

 

Bellantuono tra romanticismo e dettagli!

Le proposte di Elena Bellantuono, stilista della nota maison pugliese, sono per una sposa femminile e romantica, vestita con tessuti pregiati e dettagli luminosi. Anche questa collezione è giocata sul contrasto: scollature profonde con gonne ampie da principessa, corpetti casti affiancati a gonne realizzate con stoffe dal disegno moderno. I fiocchi riprendono per le dimensioni e le forme gli anni ’50, lasciando intravedere una donna romantica, ma consapevole di sé stessa. Oltre il bianco, troviamo lo champagne e il rosa cipria, ma la vera novità sono le applicazioni preziose usate come fossero delle grandi spille: perline e dettagli Swarovski regalano ai corpetti una luce del tutta nuova e diversa, quasi sognante.

 

La Maestosità di Emiliano Bengasi

Una sola parola può descrivere la collezione di Emiliano Bengasi per la sposa 2020: maestosità! Tutti gli abiti sembrano usciti da una favola disney. Per valorizzarli si è partiti dalle pettinature, dei raccolti morbidi e un po’ spettinati pronti per accogliere rami, foglie e corone. Per questo l’effetto finale è quello di una principessa sì, ma grintosa e determinata. Tutta la sfilata è stata un alternarsi di gonne ampie e strutturate, pizzi e trasparenze, modelli più scivolati e morbidi, ma arricchiti da strati di tulle a creare strascichi leggeri e vaporosi. Non è mancato il colore, né quello delicato dei rami di ciliegio ricamati su un ampio vestito a salire fino alle spalle, né quello deciso dell’ultimo vestito, realizzato con un corpetto rosso in pizzo e una gonna ampia con rose rosse e corone dorate simbolo del marchio. Inoltre ad impreziosire il tutto brillanti e piume, distribuite con maestria sulle spalle, intorno al collo e lungo il velo.

 

Milano e Si Sposa Italia Collezioni, binomio perfetto!

Con l’edizione 2019 di Sì Sposa Italia Collezioni si è potuto anche godere della città meneghina che, come accade per la settimana della moda, è stata un vero e proprio set ideale. Milano ha un’organizzazione ineccepibile che favorisce addetti del settore a tutti i livelli. Spostamenti rapidi, location ideale e città accogliente hanno favorito il successo della manifestazione. L’organizzazione di Sì Sposa Italia è stata puntuale ed efficiente e questo ci ha permesso di godere al massimo dell’evento!

Wedding Bag, cos’è e cosa metterci dentro!

WEDDING BAG: cos’è e cosa metterci dentro!

Da oltre oceano arrivano tantissime tendenze e idee, spunti e novità, originali, simpatiche, a volte utili altre meno. Alcune di queste tendenze, noi italiani le adottiamo subito, altre le modifichiamo per adattarle meglio alle nostre tradizioni e alle nostre esigenze.

Negli ultimi anni sta spopolando la Wedding Bag. Ma cosa è? Che cosa ci si mette dentro?

 

Cos’è una Wedding bag?

La Wedding Bag altro non è che una borsa, il più delle volte una busta di carta personalizzata, con all’interno tutto l’occorrente per il giorno del matrimonio. L’effetto finale è ordinato e preciso: ogni invitato, o anche ogni famiglia, avrà la sua bag e le borse delle signore non saranno più piene zeppe di libretti, conetti di riso e ventagli. La Wedding Bag è anche un ottimo metodo per tenere sotto controllo il budget, evitando sprechi e ordinando solo la quantità giusta di oggetti da inserirvi dentro.

 

Cosa Mettere nella Wedding Bag?

Cosa metterci dentro? E’ presto detto: tutto quello che volete e che pensate potrà essere utile durante l’intera giornata del matrimonio. Sicuramente l’occorrente per la cerimonia, sia essa religiosa, civile o simbolica: libretti messa, conetti o scatoline a forma di sposi per il riso, ventagli, bolle di sapone e fazzolettini. Potete aggiungere la coccarda da applicare all’auto, qualche caramella e una bottiglietta d’acqua: i vostri invitati apprezzeranno! Si pensa poi al ricevimento e alla festa: una mappa per raggiungere la location può essere utile, se è molto distante dalla chiesa o se gli invitati non sono pratici della zona; i salvatacchi per le scarpe delle invitate sono da prevedere se l’aperitivo è stato organizzato su un prato; ed infine qualcosa per il dopocena, come braccialettini al neon e stelline scintillanti.

 

La vostra creatività è importante!

Questi sono solo consigli, idee. All’interno della Wedding Bag potete mettere qualsiasi cosa riteniate opportuno regalare ai vostri invitati a seconda della cerimonia e della location scelte: salviettine contro le zanzare o rinfrescanti, macchinette usa e getta, per degli scatti spontanei, piccole calamite ricordo, accessori simpatici per il photobooth, confetti e bomboniere, crema solare, kit sos cucito, cerotti, mini lime per le unghie e patch per le vesciche!

Non scordatevi poi che si possono realizzare anche delle Baby Wedding Bag per i vostri piccoli ospiti! All’interno potete mettere disegni da colorare, pennarelli, piccoli giochi come lo yoyo o la trottola, cioccolatini o caramelle.

La Wedding Bag farà sentire i vostri ospiti coccolati e sempre pronti per ciò che potrà succedere!

 

 

Matrimonio Personalizzato! Come e perché?

Matrimonio Personalizzato! Come e perché?

 

Il giorno del matrimonio è il giorno in cui gli occhi di parenti e amici saranno puntati su di voi. I dettagli durante la cerimonia e gli allestimenti nella location dovranno raccontare di voi e della vostra storia. Perché quindi non scegliere una passione in comune e utilizzarla come leit motiv per dare carattere e personalità alla giornata?

Bisogna sempre tener conto di una serie di dettagli, quando si decide di utilizzare un unico tema conduttore per allestimenti, per le partecipazioni, il tableau e gli altri elementi della wedding stationery, per le bomboniere e qualsiasi altra cosa vogliate personalizzare.

Budget, Creatività e Stile

Prima tra tutti il budget! Se avete buona manualità e siete una coppia creativa, sicuramente riuscirete a tenere le spese contenute. In caso contrario il mio consiglio è quello di affidarvi ad una wedding planner che possa indirizzarvi e guidarvi durante le scelte, rispettando il budget ed evitando di creare un guazzabuglio artistico.

In secondo luogo, è importante decidere che tipo di matrimonio volete vivere! Informale, classico, elegante, easy: va tutto bene, la scelta è vostra, ma l’importante è essere consapevoli di questa scelta senza lasciarsi trascinare dagli eventi! Le personalizzazioni, qualsiasi esse siano, dovranno andare tutte nella stessa direzione ed essere tra loro affini!

Non ci scordiamo poi dei luoghi dove si svolgeranno gli eventi!

 

Location e Party

La cerimonia e la festa possono essere celebrate nello stesso posto, o in luoghi separati. La cerimonia può essere religiosa, civile o simbolica; possiamo organizzare un pranzo, una cena o un maxi-aperitivo, una festa solo con finger food o con food truck. E anche la location in se è un elemento fondamentale: se siamo in riva al mare o in piena campagna, in montagna o in una location dal sapore urbano, gli allestimenti e gli elementi decorativi dovranno adattarsi allo stile già presente!

Tenendo conto di queste due tre cose, potete sbizzarrirvi!

 

Qualche suggerimento interessante

Ho raccolto per voi qualche foto su pinterest in cui ci sono dettagli originali e carini per gli allestimenti e idee particolari, non comuni. Iniziamo con i cerchi! Che siano telai o hula hoop, non importa! Con un po’ di fantasia si possono utilizzare per il tableau, per i menù e per l’angolo guest book! Se siete amanti di questo gioco, o anche della geometria, perché no, vi basterà veramente poco per creare degli oggetti assolutamente particolari!

Se invece è la lettura la vostra passione, i libri sono perfetti praticamente per qualunque location voi abbiate scelto! Basta stare attenti alle copertine, che siano antiche e ricercate, consumate e vecchie, moderne e minimali: ogni location avrà il suo libro! Centrotavola, cake topper e anche sui vestiti: parole, parole e ancora parole!

Per i più sportivi invece ho pensato alla bicicletta! Chi da piccolo non amato la libertà che questa fidata compagna può regalare? Boutonniere, bomboniere e photo booth: che sia il campanello della bici, la catena e la ruota o ancora una bici intera non importa! Tutti resteranno colpiti da questi dettagli così personali!

Ogni passione può essere utilizzata per personalizzare il vostro evento, il vostro giorno speciale!

Qualche piccola accortezza e tanta voglia di divertirsi renderanno l’atmosfera unica!

 

Trend e Tendenze del 2019! Che Matrimoni avremo?

Trend e Tendenze del 2019! Che Matrimoni Avremo? Trend Matrimonio 2019…

Ormai questo 2018 è agli sgoccioli! Siamo tutti curiosi di scoprire cosa il 2019 porterà con sé: novità, idee e trend freschi e qualche elemento revival!

Per chi si sposa nel 2019, c’è ancora tempo per dare un occhio a ciò che questo nuovo anno porterà con sé in fatto di allestimenti e design. Dopo l’annuncio di Pantone del colore dell’anno 2019, il Living Coral, andiamo a scoprire cosa vedremo nella stagione dei matrimoni che si aprirà tra qualche mese.

STILE

Per questo 2019, le tendenze saranno due, contrastanti tra loro. Se da una parte ritroviamo lo stile boho e woodsy, legati ad mood informale e casual, con elementi naturali e tanto verde, dall’altra si fa sempre più largo un trend glamour e moderno, con dettagli luminosi e metallici ed allestimenti più barocchi che minimal.

DESIGN E ALLESTIMENTI

In linea con i due stili sopra indicati, l’anno che sta per entrare vedrà come protagonisti i palloncini! Ma non quelli semplici, legati ad un filo, ma vere e proprie sculture in grado di trasformare completamente un ambiente e definirne il carattere. E come nel 2018, le forme geometriche e gli elementi naturali saranno ovunque, così come i fiori sospesi utilizzando hoola hop e strutture metalliche.

 

  

EFFETTI SPECIALI

Sicuramente una delle novità che il nuovo anno porterà con sé saranno gli effetti visivi! Fuochi d’artificio, fiocchi di neve, stelle filanti, nebbia colorata, bolle di sapone e nomi visualizzati sulla pista da ballo: il light design sarà una delle tendenze emergenti del 2019, insieme agli effetti audio!

 

MOMENTI SOCIAL

Se per caso semplicemente condividere sui social foto e video non vi sembrasse abbastanza, passiamo al livello 2.0! La creazione di # è cosa ormai usuale, ma mixare il social con il vintage sarà il prossimo passo: le polaroid tornano di moda con una nuova veste ideata sulla base di Instagram. Altra grande novità le foto di gruppo: e per gruppo intendo tutti gli invitati presenti al matrimonio! A dare un tocco originale e divertente a queste foto sono le inquadrature: pazze e bellissime!

 

CERIMONIA

Anche la cerimonia sta cambiando. Quella religiosa, pur mantenendo il suo carattere formale e solenne, è spesso seguito da una cerimonia simbolica, magari celebrata durante la festa, come ad esempio il rito della sabbia e quello della luce. Il 2019 porterà una diffusione maggiore di questi riti simbolici, in cuiogni coppia potrà includere o escludere tutto ciò che più si adatta alla propria storia d’amore, raccontando personalità, costumi e tradizioni familiari.

Direttamente dagli States arrivano le nozze unplugged, letteralmente nozze sconnesse. Il cellulare viene lasciato su un tavolino lontano dal luogo dove si celebrerà il matrimonio. A fare le foto ci penseranno i fotografati ingaggiati per quel giorno e parenti e amici potranno concentrarsi sugli sposi, sulle promesse e su quello che succede intorno a loro.

 

CIBO

Il cibo è sicuramente uno degli aspetti più importanti di un matrimonio. Le ultime tendenze vogliono che il momento cena sia più un’esperienza che un momento da passare seduti ad essere serviti. Meglio poco, ma buono e divertente! Nascono così tutti quegli angoli in cui è l’ospite che si prepara il cibo da sé o che lo sceglie, soprattutto se si parla di dolci! E restando sempre in tema dolci, la classica torta nuziale si sta scomponendo per trasformarsi in una torta fatta di macaroon, cup cake o cake pops! Il concetto less is more convince sempre di più!

AND…

Ci sono poi dei trend mondiali che influenzeranno la vita di ognuno di noi, non solo nel giorno del matrimonio, ma quotidianamente. Ne abbiamo individuati tre che sono natai nel 2018 e che nel 2019 diverranno virali, se già non lo fossero!

Il primo tra tutti, e direi per fortuna, è la sostenibilità. E’ degli argomenti più caldi e discussi degli ultimi tempi e tutti cerchiamo di fare del nostro meglio per sprecare meno e ridurre i consumi. Anche i matrimoni tenderanno versa questa direzione con la consapevolezza che anche un piccolo gesto può aiutare.

Il secondo è la royal mania. Dopo il matrimonio di Meghan Markle quest’anno e la nascita del piccolo …, i reali di tutti il mondo, volenti o nolenti, dettano legge in fatto di trend e moda. Dai vestiti agli accessori, anche per i matrimoni sono diventati un esempio da seguire per la maggior parte di noi. Con le giuste misure, credo che questo trend potrebbe essere un buon aiuto per realizzare un matrimonio classico ed elegante.

Ultimo, ma non ultimo, troviamo la personalizzazione. Nel mondo dei social, dove per farti notare devi essere diversi, la personalizzazione è diventata fondamentale. Allestimenti, gadget, video: tutto deve riportare alla mente un determinato concetto o una determinata persona. Conetto questo che si abbina benissimo con il matrimonio, dove i protagonisti indiscussi della giornata sono i due sposi. Basta tenere a mente che non bisogna investire un capitale per personalizzare un matrimonio: basta giocare d’astuzia!

 

Vi ricordate i trend dello scorso anno? Saranno stati Seguiti? Date un’occhiata —-> TREND 2018

Natale si avvicina, è Tempo di Regali! Ci Pensa Amazon

Natale si avvicina, è Tempo di Regali!

Ci Pensa Amazon

Fare shopping durante il periodo natalizio nelle nostre bellissime città ha un sapore magico. Le piazze brillano di mille lucine rosse e oro, ogni via e ogni portone sono addobbati a festa e le vetrine dei negozi ci attirano come api verso il miele. Ma non sempre si ha il tempo di andare in giro a comprare i regali e la maggior parte delle volte la confusione nelle stradine dei centri storici nostrani è tale da farci preferire lo shopping on line. Comprare online è diventata un’abitudine ormai ed Amazon è sicuramente la piattaforma più utilizzata. Tra le molte offerte, variegate e convenienti, ho individuato quelle più divertenti e fantasiose, pensate per le coppie che stanno per sposarsi o per quelle che si sono appena sposate, per addobbare la nuova casa o da utilizzare per il matrimonio imminente!

Regali romantici e sfiziosi per novelli sposi!

Una delle cose più romantiche da regalare è la scritta Mr & Mrs: può essere appoggiata sull’albero di Natale o su una mensola, quindi non è strettamente legata al periodo delle feste. Stesso discorso per le tazze: ho trovato le classicissime Mr & Mrs, coordinate tra di loro con baffi e labbra e base in sughero  o le più simpatiche: versando all’interno della tazza un liquido caldo la giovane coppia si trasforma in una dolce coppia di anziani: un bellissimo regalo per una coppia che sogna di vivere insieme tutta la vita

Se poi gli sposi hanno appena comprato casa, potete sbizzarrirvi con regali che li aiuteranno ad arredarla con stile ed un pizzico di romanticismo: uno zerbino Just Married sarà un dono gradito così come il portabottiglie da parete con 4 supporti per bicchieri a stelo con la scritta Home; il set sale e pepe dove i due omini sono su un dondolo coniuga perfettamente la voglia di moderno e di romantico.

Se volete invece regalare qualcosa di natalizio, il mio consiglio è di coccolare i vostri giovani sposi con qualcosa di vezzoso: un set di cuscini a tema, dei supporti in vetro per candele, un set di piatti per la cena della vigilia o il pranzo di Natale: questi oggetti regaleranno alla casa un’atmosfera natalizia e familiare.

 

Regali per futuri sposi!

Ancora si devono sposare e volete regalargli qualcosa da utilizzare per gli allestimenti il giorno del matrimonio, ma che possa essere utilizzato anche in casa? Presto fatto! Un set di portacandele in vetro da appendere può essere utilizzato per decorare l’albero sotto il quale gli sposi potranno tagliare la torta; una volta sposati si utilizzerà per decorare il giardino di casa, come terrario in balcone o per decorare l’albero di Natale. Anche una piccola scala in legno bianca o delle lavagnette decorative in stile shabby hanno questa caratteristica: sono adattabili a ciò che serve nel momento in cui serve.

Amazon è un mondo da scoprire con idee per tutte le tasche. I vostri amici, appena sposati o in procinto di farlo, non finiranno mai di ringraziarvi!

Colore dell’anno 2019. Pantone Living Coral 16-1546!

PANTONE LIVING CORAL 16-1546: COLORE DELL’ANNO 2019

Come ogni anno di questi tempi, Pantone ha scelto il colore che detterà legge nel design e nella moda per il prossimo 2019, ormai alle porte.

Il colore scelto è il Living Coral 16-1546.

Viene presentato come una tonalità corallo piena di vitalità, brillante, con un accenno di dorato che trasmette energia. E’ un colore vivace, ma delicato, per nulla invasivo, una sfumatura calda che trasmette ottimismo e conforto.

Così viene presentato il colore da Leatrice Eiseman, Executive Director del Pantone Color Institute: “Il colore è una lente uniformante attraverso la quale percepiamo il mondo reale e digitale e ciò è particolarmente vero per COY19. In un periodo in cui i consumatori desiderano interazioni e rapporti sociali, le caratteristiche umanizzanti e confortanti del conviviale Pantone COY19 toccano il tasto giusto”.

La scelta del colore dell’anno, ormai diventati un’abitudine da quasi 20 anni, influenza svariati settori, a partire dal design industriale e dalla grafica fino ad arrivare all’arredamento d’interni e alla moda. Dopo aver valutato e analizzato le tendenze in fatto di colore presenti in tutto il mondo, gli esperti dell’azienda statunitense fanno ritorno a casa carichi di informazioni. Il mondo dello spettacolo e del cinema, le destinazioni turistiche più in voga, le mostre d’arte itineranti e i nuovi artisti emergenti, la moda e il design, i materiali innovativi e le texture più antiche, le piattaforme dei social media e gli eventi sportivi che hanno rilevanza a livello mondiale: tutto può essere fonte di ispirazione e nuove idee.

Sul sito Pantone si legge: “Con l’invasione della tecnologia digitale e i social media sempre più parte integrante della nostra quotidianità, ricerchiamo esperienze autentiche e coinvolgenti che consentano di instaurare legami personali e intimità. Socievole e vivace, PANTONE 16-1546 Living Coral invita con la sua natura coinvolgente ad attività spensierate. PANTONE 16-1546 Living Coral simboleggia la nostra necessità innata di ottimismo e allegri passatempi e incarna il nostro desiderio di espressione giocosa. Essenza della vita moderna, Pantone Living Coral è un colore rassicurante che si manifesta nella natura che ci circonda e che mostra al contempo una vivace presenza sui social media. Pantone 16-1546 Living Coral trasmette le caratteristiche desiderate, familiari e stimolanti, del colore presente in natura. Nella sua grandiosa, seppur più sfuggente, manifestazione sottomarina questa tonalità vivificante ed effervescente incanta l’occhio e la mente. Al centro del nostro vivido ecosistema cromatico naturale, Pantone Living Coral ricorda come le barriere coralline siano un variegato caleidoscopio di colori”.

Quanto influenzerà questo colore la stagione dei matrimoni 2019? E’ sicuramente un colore che ben si presta ad essere personalizzato e che accostato ad altre. Anche in questo Pantone è maestro. Insieme al colore dell’anno, pubblica infatti delle palette di colori perfettamente abbinati al COY. E’ così abbiamo l’elegantissima Focal Point, l’energica Shimmering Sunset, la Sympatico, omaggio a tutte le sfumature dell’incarnato, l’esuberante Trippy e la tropicale Under the Sea, la mia preferita, che ci ricorda quanto la natura sia perfetta nei suoi colori e nelle sue forme, omaggiando i colori della barriera corallina e dei fondali marini, con tutte le sue straordinarie forme di vita.

 

Auguri Topolino, 90 anni di un mito!

Auguri Topolino, 90 anni di un mito!

90 ANNI DI TOPOLINO: LA NASCITA DI UN MITO

 

“Spero non ci si dimentichi che tutto questo è cominciato con un topo”.

Walt Disney, What is Disneyland, 27 ottobre 1954

 

Due giorni fa Topolino ha compiuto 90 anni. Celebrato in tutto il mondo con collezioni di moda e di design e con eventi che hanno preso il via dai parchi tematici sparsi ovunque, abbiamo deciso di ripercorrere la sua storia dalle origini per ricordarci che per raggiungere un obbiettivo e realizzare un sogno non bisogna mai arrendersi, ma è necessario continuare a lavorare migliorando sempre noi stessi.

Walt Disney e le origini di Topolino

Per chi ancora non la conoscesse, la storia di Walt Disney e del suo impero non iniziò nel migliore dei modi. Costretto a vendere il suo primo personaggio a New York, Oswald Il Coniglio Fortunato, di ritorno ad Hollywood su un treno, Walt ne immaginò un altro di personaggio, ispirandosi ad un topolino che pare vivesse nella sua casa a Kansas City. Così raccontava la nascita di Topolino: L’ispirazione mi è venuta da una banda di topolini che lottavano per le briciole nel mio cestino dei rifiuti, quando lavoravo da solo fino a tardi, la notte. Li presi e li tenni in gabbiette sulla mia scrivania. Mi affezionai particolarmente a uno. Marrone, era piccolo e timido. Toccandolo sul naso con la matita, lo addestrai a correre all’interno di un cerchio nero che avevo disegnato sulla mia scrivania. Quando lasciai Kansas City per tentare la fortuna a Hollywood, mi dispiacque non poterlo portare con me. Così scelsi un bel quartiere e lo portai in un cortile. Be’, il piccoletto domato corse verso la libertà”.

E su quell’idea lavorò insieme a Ub Iwerks, animatore ed amico di vecchia data. Di giorno preparava le ultime consegne di Oswald, di notte nel garage di casa dava vita alla sua prima creazione, disegnando fino a 700 tavole in poche ore. L’ultimo tocco fu dato dalla moglie, che suggerì di cambiare il nome da Mortimer in Mickey, più rassicurante.

Il Primo Cortometraggio

Il primo corto, Crazy Plane, fu un flop, così come il secondo, Galoppino Gaucho.

Walt e Ub prepararono un terzo corto, aggiungendo però una colonna sonora con musiche, effetti sonori e dialoghi completamente sincronizzati. Fu lo stesso Walt a prestare la voce a Topolino. Il 18 novembre 1928, Steamboat Willie, venne proiettato al Colony Theater di New York e fu un successo. E così ebbe inizio il suo impero, in un garage, nel pieno rispetto della tradizione del sogno americano.

 

Nel giro di pochi mesi Walt autorizzò il merchandising e nel 1930 uscì la prima striscia a fumetti di Topolino, inserito nel 1931 dall’Enciclopedia Britannica nel suo dizionario. Nel 1932 Walt Disney ricevette un Oscar onorario e nel 1935 la Società delle Nazioni nominò Topolino “simbolo internazionale di buona volontà”.

La sua immagine, sostanzialmente tre cerchi neri e un paio di guanti bianchi, è divenuta nel corso del secolo scorso fonte di ispirazione per artisti e designer, primo tra tutti Andy Warhol, passando per la moda: i marchi più prestigiosi hanno tutti dedicato al topo più famoso del mondo almeno una collezione nel corso degli anni. Nel 2017 Forbes ha dichiarato Topolino il personaggio più redditizio della storia.

Topolino, cambiando aspetto ma mai carattere, ha attraversato un secolo ed insieme a Pippo, Pluto e Minnie ha colorato la cultura pop, invadendo le nostre case e le nostre strade con uno spirito sempre giovane e allegro.

Se puoi immaginarlo, puoi farlo.

 

Come scrivere partecipazioni di matrimonio?

Come Scrivere Partecipazioni di Matrimonio?

LE PARTECIPAZIONI DI NOZZE: IL PRIMO PASSO VERSO IL MATRIMONIO

Come scrivere le partecipazioni di nozze?

Quella delle partecipazioni è una questione che preoccupa sempre le coppie che hanno appena deciso di sposarsi!

Come realizzare le partecipazioni di matrimonio?

Oltre che dell’organizzazione del matrimonio, io solitamente mi occupo anche di curare l’aspetto grafico dell’evento. E in questo compito rientra anche la progettazione e la realizzazione delle partecipazioni. Mi sono sempre trovata davanti situazioni differenti, con richieste più o meno particolari.

Facendo un po’ di ricerca su cosa dice il galateo e su cosa si vocifera nei diversi blog di wedding, ho letto tantissime regole da rispettare, tantissimi errori da non commettere, consigli e ammonimenti.

Io preferisco partire dall’idea che non c’è una regola da seguire. E’ vero, le partecipazioni sono in un certo senso il biglietto da visita del matrimonio; raccontano lo stile della coppia e lasciano immaginare cosa succederà il giorno del matrimonio. Detto ciò, ogni coppia può decidere liberamente cosa fare e come impostare le proprie partecipazioni, soprattutto se ci si affida ad un grafico o ad un artigiano in grado di personalizzarle a 360 gradi.

Si può decidere di creare un fil rouge per la grafica di tutto il matrimonio oppure di rendere le partecipazioni un unicum irripetibile; si possono realizzare degli inviti da spedire esclusivamente via mail, con un risparmio notevole di soldi e di carta (l’ambiente ve ne sarà grato).

Avete scelto un colore dominante o un tema e volete che la partecipazione rispecchi questo aspetto? Benissimo! Vi piace più un invito classico, in un tono pastello, delicato ed elegante? Va bene anche questo!

Cosa scrivere all’interno delle partecipazioni?

Di formule ce ne sono tantissime, ma lasciate che il testo sia frutto del vostro pensiero, senza copiarlo da qualche parte. Assicuratevi solo che siano presenti i dati fondamentali e che siano scritti senza errori di ortografia: data, orario e luogo della cerimonia e del ricevimento sono informazioni indispensabili!

A questo potete aggiungere ciò che più volete: una vostra foto, un qrcode a cui attaccare un link con un vostro video per invitare le persone o il percorso per arrivare alla location scelta, una frase a cui siete particolarmente legati.

Ricordate che state invitando la vostra famiglia e i vostri amici, che ben vi conoscono e che saranno ben lieti di rivedere nelle partecipazioni il vostro carattere e il vostro amore. E per quello che riguarda il regalo? Ci sono diverse correnti di pensiero. Per alcuni è assolutamente vietato scrivere qualsivoglia riferimento, per altri si deve specificare per cosa si useranno i soldi, per il viaggio di nozze o per la nuova casa, per altri ancora si deve fare una lista nozze, alcuni suggeriscono di mettere direttamente l’Iban. Insomma anche in questo caso ognuno la pensa differentemente.

Il mio consiglio? Decidete voi in base alle vostre esigenze e alle vostre necessità.

Che sia per la luna di miele, per gli elettrodomestici e i mobili della nuova casa, che abbiate fatto una lista nozze in un negozio fisico o on line, che con i soldi abbiate deciso di pagarvi il matrimonio stesso, che preferiate i contanti o il bonifico, siete voi a conoscere i vostri invitati. Se siete nel dubbio più totale, chiedete ai vostri genitori, che sicuramente sapranno aiutarvi e consigliarvi al meglio per quello che riguarda famiglia e parenti.

Cosa Scrivere sulla busta delle partecipazioni matrimonio?

E quando le partecipazioni sono pronte, cosa scrivere sulla busta? Quanto tempo prima inviarle? Se le partecipazioni sono consegnate a mano, potete scrivere semplicemente il destinatario, che sia un’intera famiglia o una coppia o una persona single. Se dovete spedirle, occhio all’indirizzo! Vanno spedite all’incirca tra i tre e due mesi prima del grande giorno!

Unico consiglio che mi sento di darvi: fate attenzione, quando invitate una famiglia, alla situazione dei diversi componenti. L’invito può essere rivolto all’intera famiglia o solo ad alcuni componenti; se ci sono figli fuori casa, a questi va inviata una partecipazione apposita per loro; se invitate un amico con una nuova ragazza, potrete dargli una partecipazione con il doppio nome oppure una solamente riservata a lui specificando di estendere l’invitato anche a lei (il famoso +1). Mi rendo conto che qui è un po’ più complicata la questione e che ci sono delle regole da rispettare, ma lasciatevi guidare dal buonsenso! Fate delle prove, decidete una strategia e comprate una bella penna, se volete scriverle a mano. Se optate per la stampa, attenti agli errori: ogni busta stampata aumenterà il conto finale!

A mio avviso, realizzare una partecipazione perfetta da un punto di vista formale, ma anonima, priva di carattere, che non parli di voi non ha alcun senso. Chiedete consigli ai vostri amici più fidati, ai genitori o ai fratelli, confrontatevi con loro e provate mille volte a scrivere il testo, prima di scegliere la formula definitiva. Ma non lasciatevi guidare da ciò che si deve fare o scrivere, siate semplicemente voi stessi.

Ecco alcuni esempi di partecipazioni realizzate da me per i miei cari sposi. Le personalizzazioni sono infinite e vi aiuterò io a realizzarle secondo i vostri gusti e seguendo tutti i precedenti consigli 😉

 

Questo slideshow richiede JavaScript.